home     esmabama     statuto     notiziario     le missioni     contatti


esmabama

 

Premessa

Il nome ESMABAMA deriva dall’unione delle due prime lettere dei nomi delle quattro Missioni Cattoliche d’Estaquinha, Machanga, Barada e Mangunde, situate nel sud della provincia di Sofala e affidate ai Missionari Comboniani.

Per “Progetto Esmabama” s’intende l’insieme delle attività atte a ricostruire le quattro Missioni citate, nazionalizzate nel 1976, e danneggiate durante la guerra civile, al fine di riorganizzare Scuole, Convitti e Centri di Salute, assicurando una relativa autonomia economica, mediante attività di sviluppo agricola e zootecnica. Interessa un territorio di 25.000kmq e una popolazione di oltre 300.000 abitanti.

L’idea del Progetto nacque subito dopo gli Accordi di Pace del 1992, nell’ambito di una riflessione dell’Arcidiocesi di Beira per dare una risposta, in nome della Chiesa Cattolica Locale, alle urgenze a livello di educazione e salute delle popolazioni dei 3 Distretti di Buzi, Chibalava e Machanga e come contributo concreto per la ricostruzione e la riconciliazione del Paese.

 

OBIETTIVI

 

OBIETTIVO GENERALE

L’obiettivo generale del Progetto é rafforzare il sistema educativo e sanitario nei 3 Distretti del Sud della Provincia di Sofala e migliorare qualitativamente l’insegnamento, la formazione e l’accoglienza degli alunni delle Scuole così come l’assistenza sanitaria dei Centri di Salute delle Missioni Esmabama.

Tenendo in considerazione questo, il Progetto cerca di:

◾ favorire l’accesso all’Educazione e alla Formazione dei giovani residenti nei rispettivi Distretti in cui si trovano le Scuole;

◾ stimolare in maniera particolare l’accesso delle ragazze dei 3 Distretti per le rispettive Scuole;

◾ assicurare anche una formazione professionale per gli alunni (tecniche agricole e zootecniche, cucito...)

◾ potenziare l’assistenza sanitaria per le popolazioni delle zone prossime dei Centri di Salute delle Missioni;

◾ garantire una formazione sanitaria agli alunni e alle popolazioni per una prevenzione delle malattie più comuni, con una attenzione particolare all’Aids;

◾ sviluppare la produzione agricola e l’allevamento di animali per assicurare una buona alimentazione agli alunni convittori e preparare le condizioni per una futura sostentabilità delle Scuole e dei Centri di Salute;

◾ favorire lo sviluppo economico e sociale delle popolazioni dei 3 Distretti, creando le condizioni di lavoro, di educazione (corsi notturni, alfabetizzazione...) e condividere le tecniche di produzione implementate dal Progetto.

 

OBIETTIVO FINALE

L’obiettivo finale, che si intende perseguire con i programmi Esmabama, è quello di organizzare le 4 Missioni in modo che le stesse siano autosostenibili e che riescano in maniera indipendente a trovare fonti di finanziamento interne e/o esterne per garantire il sostegno ai tre settori principali di attività: educazione, salute e agro-zootecnia.

Per questo motivo il Progetto dovrà:

◾ completare le installazioni necessarie al buon funzionamento delle Scuole, dei Convitti e dei Centri di Salute e l’accoglienza dei Professori, Infermieri e Funzionari;

◾ realizzare una buona formazione per i Quadri Dirigenti (Coordinatori, Amministratori, Direttori, Animatori dei Convitti, Professori, Infermieri...)

◾ organizzare lo sviluppo agricolo e zootecnico in modo che in futuro le entrate riescano ad assicurare la sostenibilità delle rispettive Scuole e Centri di Salute;

◾ aumentare la lotta all'AIDS a livello di prevenzione, trattamento e assistenza dei malati e orfani;

◾ rinforzare la formazione tecnica degli alunni, allo scopo di favorire l'inserimento professionale;

◾ allestire un'officina meccanica ben organizzata.

 

I BENEFICIARI

I beneficiari diretti del Progetto Esmabama sono i circa 6.600 studenti locali che attualmente frequentano le Scuole delle Missioni di Barada, Estaquinha, Mangunde e Machanga, dei quali circa 2.350 sono alunni convittori dei rispettivi Convitti.

La maggior parte degli studenti proviene da famiglie di contadini o pescatori. Un buon numero appartiene a famiglie povere o sono orfani dei genitori.

Il numero maggiore degli alunni convittori è costituito da ragazzi, ma c’è un numero sempre crescente di ragazze che vuole approfittare dell’opportunità di studiare nei Convitti.

Di fatto un obbiettivo fondamentale del Progetto Esmabama è facilitare alle ragazze l’accesso all’Educazione. In questo senso i risultati fino adesso conseguiti sono senza dubbio molto positivi.

Senza le Scuole del Progetto Esmabama la maggior parte di questi giovani o delle ragazze non avrebbe la possibilità di accesso alla Scuola, in particolare alla EP 2 o ESG (insegnamento medio e superiore).

Allo stesso tempo non si può dimenticare che assieme all’Educazione gli studenti convittori ed esterni approfitteranno di ambienti e attività formative che li aiuteranno nella prevenzione dall’Aids e dalla droga.

I beneficiari indiretti del Progetto Esmabama sono circa 1.500 persone, tra funzionari, tecnici, lavoratori nei settori agricolo-zootecnico o delle costruzioni, oltre ai Professori delle Scuole, che sono stati contattati per l’implementazione dei vari programmi previsti dal Progetto.

Tutto questo personale attraverso gli stipendi percepiti si sta di fatto promuovendo socialmente ed economicamente con un impatto positivo per le rispettive zone, in una realtà in cui è praticamente inesistente il lavoro retribuito.

Allo stesso modo tutta la popolazione dei 3 Distretti interessati (286.000 abitanti) rimarrà beneficiata dal miglioramento dei servizi educativi e sanitari nel suo territorio e potrà approfittare dei risultati tecnici del settore agricolo-zootecnico sviluppati nelle Missioni, che saranno estesi anche nelle attività produttive delle famiglie locali.

I fautori del progetto

Archidiocesi di Beira nella persona dell’Arcivescovo Dom Jaime Pedro Gonçalves

Referente locale: Padre Ottorino Poletto, Missionario Comboniano.